Amo i One Direction,GionnyScandal e Leonardo Decarli!
Ah,amo il mio coniglio e Larry è reale,ciao. :3
fuckingerror00:


divisida2086km:

far-away-from-your-heart:

apatheticmarijuanasmoker:

eclissilunari:

timeritiilmegliodime:

leiinnamoratadiunricordo:

amoretossicodipendente:

hopauradinonessereabbastanza:

invernonellapelle:

uncasinoinnamorato:

thebluesuicide:

promettimiditornare:

animarumorosa:

ipezzidime:

giulia-una-ragazza-come-tante:

comesenonbastasse:

voglio-credere-nelle-favole:

armiamoci:

BRUTTA PUTTANAAAAAAAAAAAAAAA LURIDA ZOCCOLA TROIA BAGASCIA MIGNOTTA 

siiiiiiiiiiiiiiiiii..lo voglio fare ;)

SBABAAAAAAAM

Più forte!

BUTTALA A TERRA.

AHAHAHAHAHAHAHAHAAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHA!!

Siiiiiiiii

Oooh

60.208 stronze da prendere a schiaffi, presumo… AHAHAHHAHAHAHAH bene bene meniamole tutte ahahahah

porcoddio stra da fare

BAM :’) LO FAREI DIOCRISTO. 

E vafanculo zoccola di merda!

Madooooo

Quanto cazzo glielo vorrei fare.

Quanta voglia c’ho di fare questo.

BUUUUUUUUUUM AHAHAHAHAHAHAHAAH 

BAMM AHAHHAHAHAHAHA

Quanto mi piacerebbe! AHAHAHAHAH

Cagna! 💀👍


UUUUH! quanta voglia di farlo :’)

fuckingerror00:

divisida2086km:

far-away-from-your-heart:

apatheticmarijuanasmoker:

eclissilunari:

timeritiilmegliodime:

leiinnamoratadiunricordo:

amoretossicodipendente:

hopauradinonessereabbastanza:

invernonellapelle:

uncasinoinnamorato:

thebluesuicide:

promettimiditornare:

animarumorosa:

ipezzidime:

giulia-una-ragazza-come-tante:

comesenonbastasse:

voglio-credere-nelle-favole:

armiamoci:

BRUTTA PUTTANAAAAAAAAAAAAAAA LURIDA ZOCCOLA TROIA BAGASCIA MIGNOTTA 

siiiiiiiiiiiiiiiiii..lo voglio fare ;)

SBABAAAAAAAM

PiĂą forte!

BUTTALA A TERRA.

AHAHAHAHAHAHAHAHAAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHA!!

Siiiiiiiii

Oooh

60.208 stronze da prendere a schiaffi, presumo… AHAHAHHAHAHAHAH bene bene meniamole tutte ahahahah

porcoddio stra da fare

BAM :’) LO FAREI DIOCRISTO. 

E vafanculo zoccola di merda!

Madooooo

Quanto cazzo glielo vorrei fare.

Quanta voglia c’ho di fare questo.

BUUUUUUUUUUM AHAHAHAHAHAHAHAAH 

BAMM AHAHHAHAHAHAHA

Quanto mi piacerebbe! AHAHAHAHAH

Cagna! 💀👍

UUUUH! quanta voglia di farlo :’)

(Fonte: killedtheinnocentpeople)

"Just like he already owned it"

diggingandfluff:

genuinelybelieve:

7.10.14

WOW, that was SO clear!

JUST LIKE *HE* ALREADY OWNED IT *^^^^*

(via genderqueenstyles)

Ho una vita piena (?)

Ho una vita piena (?)

(Fonte: istillrememberyoureyes, via scandalm)

"E se esistesse un Tumblr Summer Camp? Tipo non so due settimane, tre, in un posto con il mare o la montagna, tanti libri e musica? Vi immaginate? Ritrovarsi la sera tutti in cerchio davanti ad un falò con le chitarre. Oppure in una casetta in montagna a fare le battaglie con la neve. E ognuno porterebbe qualcosa di speciale, che parla di sé, racconterebbe la sua storia, e poi potremmo scambiarci le playlist o le frasi dei libri, di quelle che hanno lasciato un segno. Sarebbe bello no?"
—  fightinganendlesswar (via fightinganendlesswar)

ORGANIZIAMO.ORA.NOW.

(via like-diamonds-in-the-sky-40)

La distanza si abbatte.Fino ad un certo punto..

Una delle mie amiche che per me è come una sorella minore da proteggere va in Tunisia e ci dividono 1.431 km
COME CAZZO LI ABBATTO IO STI KM DI MERDA ORA?!
GiĂ  faccio fatica a muovermi in Italia.Cristo.


Tutte le persone che amo si stanno trasferendo.Non ce la faccio piĂą!

unpericoloambulante:

…E mi hai salvato tante volte da qualche tipo di altra morte…

Rido.

unpericoloambulante:

…E mi hai salvato tante volte da qualche tipo di altra morte…

Rido.

(Fonte: longboarddocumentary, via scandalm)

Sentimento

Lo dice la parola stessa: Senti,mento.

Troppi genitori scordano che i bambini di oggi sono il futuro di domani. 

Non fateli rincoglionire davanti ad un pc,alla TV, o ai cellulari,a quell’etĂ  hanno bisogno di giocare al parco,uscire e stare all’ aria aperta,non di stare davanti a tutte ste tecnologie del cazzo!

Se sbagliano fateglielo capire, non cercate sempre di giustificarli cristo santo,vi fate mettere i piedi in testa e vi fate trattare da zerbini ormai,roba che se cercavo di farlo io da piccola incominciava il tipo ‘lancio delle ciabatte’ (LOL)

Imparategli la fottuta educazione e l’umiltĂ .Imparategli ad aiutare gli altri e insegnategli a non prendere in giro per razza,orientamento sessuale e cose varie. Perchè non abbiamo bisogno di altra merda al mondo!


INSOMMA, SMETTETELA DI CRESCERLI DA SCHIFO,CIAO.

"Ciao papĂ ,
ti sto scrivendo e mi rendo conto di non averlo mai fatto prima. Ti scrivo perché oggi un mio amico mi ha chiesto quale fosse stato il momento più triste della mia vita. Ci ho pensato un attimo, ma sapevo già la risposta. E’ successo venerdì, e tu eri li. Eri li. Lì con me.
Papà, ti ricordi quando ero piccolo? Quando mi chiedevi di sfidarti a braccio di ferro? Perdevo sempre. Tu sei uno vero, non mi hai mai lasciato vincere, mai. La prima volta penso di aver avuto cinque anni. Mi hai strapazzato il braccio sul tavolo e io ti guardavo come se fossi il mio eroe. Ho sempre desiderato crescere per darti la rivincita. E ogni anno mi sfidavi e ogni anno perdevo. Anche sei mesi fa, quando sei andato all’ospedale perché ti hanno diagnosticato un tumore. Tu more. Tu muore. Tu muori. Ci hai mai pensato? Io si, e mi vengono i brividi. Eppure anche quel giorno, che mi vedevi così triste, mi hai sorriso e mi hai detto: “Coglione, non sono ancora morto, vieni qui che ti batto a braccio di ferro”. E come sempre mi hai battuto, anzi, strapazzato. E come un sacco di anni fa ti ho guardato e ho pensato che fossi il mio eroe. Il mio papà invincibile. Sei invincibile? Sei invincibile, vero papà?
In questi mesi sei dimagrito, hai perso i capelli, parli poco, ma abbracci di più. Vieni anche a darmi il bacio della buonanotte come quando ero bambino. E venerdì, come sempre, ti sei messo al tavolo, mi hai fatto l’occhiolino e mi hai sfidato a braccio di ferro. Solo che venerdì è successo quello che non era mai successo prima. Venerdì le nostre braccia sono rimaste un po’ in equilibrio e poi…poi hai perso. Il silenzio che è seguito penso sia stato il silenzio più assordante della mia vita. Tutto era silenzioso: il tavolo, l’orologio, i bicchieri, il divano, la televisione, la mamma. Tu invece hai riso. Una risata vera, di quelle che escono dalla gola, piene.
E io che continuavo a chiederti: “Papà, hai fatto apposta vero? Vero?”
E tu scuotevi la testa.
Io non volevo vincere, papĂ . Io non voglio essere piĂą forte di te.
Tu sei il mio eroe, vero?
Non abbiamo mai avuto un rapporto facile. La vita ci ha messi davanti a tante cose e molte ci hanno fatto allontanare. E’ anche successo che non ti ho parlato per mesi. Ma l’ho fatto perché ti amo. Lo sai, vero? Si che lo sai.
Ti ricordi quando abbiamo fatto pace? Mi sono seduto sul divano e ti ho preso la mano. Te l’ho stretta forte. Tu mi avevi guardato e avevi sorriso e io avevo capito che qualcosa dentro di te aveva tremato.
In quel momento mi hai detto: “Se mi diagnosticheranno un tessuto cardiaco malandato sarà colpa tua”.
Io mi sono messo a ridere: “Ma dai papà, ti ho solo stretto la mano”.
E tu mi hai risposto: “Appunto, mi hai stretto la mano”.
Quell’attimo me lo ricorderò per sempre. Per la prima volta forse sotto la tua corazza ho visto un uomo fragile. Ma tu hai la corazza, vero papà? Vero?
Mi manca quando da piccolo mi dicevi: “Sai che Venezia è dietro l’angolo? Se vuoi te la faccio vedere”. Mi mettevi sulle tue spalle e mi chiedevi: “la vedi?”
Mi manca quando andavamo a pescare insieme, che non si sa come mai i pesci venivano tutti da te.
Mi manca quando andavamo a funghi, che non si sa come mai i funghi venivano tutti da te.
Mi manca tornare a casa e vederti sporco di vernice perché eri appena tornato da lavoro. Quando vai a lavorare, papà?
Mi manca andare al mare. Ho 24 anni e non voglio andare al mare con i miei amici, voglio andare al mare con te.
Mi manca quando magari tu e la mamma avevate finito tutti i soldi del mese e mi dicevi: “Dai che sta sera andiamo a mangiare la pizza” e la mamma ti chiedeva: “Ma come facciamo poi? Dobbiamo pagare il bollo dell’auto” e tu rispondevi: “Non lo so, ci pensiamo domani”.
Quelle pizze erano il regalo piĂą bello per me, sai papĂ ?
Quando andiamo a mangiare la pizza? Ci andiamo, vero?
Tu sei il mio eroe. Tu sei invincibile.
Vero che il prossimo anno mi chiederai la rivincita a braccio di ferro e mi straccerai come una volta?
Dai, sfidami a braccio di ferro.
Forza papĂ . Ce la fai a vincere, sono sicuro che ce la fai.
Tuo figlio."
—  (via paranoia-dell-esistenza)
…Piango gli oceani.

(via fuckingerror00)

>